Le ville storiche del lago di Como

Indirizzo

Meta imperdibile per coloro che amano il fascino del passato.

L’area del centro lago è nota in tutto il mondo per ospitare non solo i borghi più importanti del lario ma anche le lussuosi ville storiche con i loro giardini, tutte visitabili. In questo articolo vi portiamo alla scoperta di questi luoghi magici.

Villa del Balbianello

Villa Balbianello è una splendida dimora ottocentesca situata a Lenno. Voluta dal Cardinal Angelo Maria Durini a fine Settecento, è oggi proprietà del Fondo Ambiente Italiano, che l’ha aperta al pubblico per le visite guidate. La villa al suo interno ospita collezioni di oggetti d’arte primitiva, carte geografiche, stampe ottocentesche con vedute del Lario, tappeti e rari dipinti su vetro del XVIII secolo. Ed ancora le mappe, i libri, gli strumenti di viaggio che sono racchiusi nel Museo delle Spedizioni. Inestimabile è anche il suo meraviglioso giardino con potature ardite, la Loggia Durini, monumentale struttura ad arco decorata da una rosa dei venti intarsiata, la Darsena e il porticciolo ricavato dalle rocce. Romantici scorci convivono qui con capolavori di Canova, Tadolini ed Hayez, terrazze panoramiche e copiose fioriture. Uno scenario che ha fatto innamorare artisti, letterati e registi. La villa è stata più volte location di film di alto livello: Star Wars o Casinò Royale per citarne alcuni.

Villa Carlotta

Villa Carlotta, situata a Tremezzina, è un luogo di rara bellezza, dove i capolavori della natura e dell’ingegno umano convivono armoniosamente in 70.000 mq tra giardini e strutture museali. Edificata alla fine del 1600, la villa prende il nome dalla nobile che la ricevette come dono di nozze da sua madre, la principessa Marianna di Prussia. Negli anni la villa fu impreziosita con capolavori, soprattutto di scultura, tra cui opere di Canova e della sua scuola e di Thorvaldsen. Nelle sale della villa giunse anche l’ultimo bacio di Romeo e Giulietta  dipinto da Hayez. Oggi le opere d’arte esposte si trovano prevalentemente al piano inferiore, mentre quello superiore mostra la villa dal punto di vista abitativo. Fu Giorgio II a realizzare il giardino paesaggistico che oggi comprende oltre 500 specie. Passeggiando tra i viali del parco si possono vedere antichi esemplari di camelie e sequoie secolari; sono inoltre imperdibili le splendide fioriture primaverili di rododendri ed azalee in oltre 150 varietà.

Villa Melzi

Villa Melzi d’Eril è una dimora storica privata, divenuta simbolo del borgo di Bellagio e proclamata Monumento Nazionale. Fu eretta tra il 1808 e il 1810 per volere del duca di Lodi Francesco Melzi d’Eril come sua residenza estiva. La costruzione della villa fu affidata a Giocondo Albertolli, mentre il parco fu realizzato da Luigi Canonica e dall’agronomo Luigi Villoresi, realizzatori del Parco di Villa reale di Monza. Internamente la villa fu arredata dai più celebri artisti dell’epoca, tra cui Andrea Appiani, Giuseppe Bossi e lo scultore Antonio Canova. I suoi giardini si estendono per oltre 800 metri lungo il lago, arrivando fino alla frazione di Loppia. All’interno del parco si trova un magnifico laghetto di ninfee, mentre piante esotiche e rare si alternano ad alberi secolari, gigantesche siepi di camelie, rododendri e azalee. Oggi è possibile visitare i giardini, il museo e la cappella di famiglia, aperti da fine marzo a fine ottobre.

Villa Monastero

Situata a Varenna, Villa Monastero nasce da un antico monastero cistercense femminile e solo nel corso del Seicento l’edificio venne trasformato in residenza di villeggiatura. Nella seconda metà dell’Ottocento, la villa subì grandiosi restauri sia negli interni che nel giardino, che venne arricchito con elementi architettonici decorativi e con numerose essenze esotiche, soprattutto dell’Estremo Oriente, secondo il gusto dell’epoca. Fu acquistata nel 1925 dal dr. Marco De Marchi che la donò allo Stato. Recentemente è passata alla Provincia di Lecco che, dopo adeguati restauri, ne ha affidato la gestione all’Istituzione Villa Monastero, ente strumentale della stessa Provincia. Da oltre cinquant’anni accoglie congressi e varie manifestazioni culturali e scientifiche, tra cui nel 1954 alcune lezioni del Premio Nobel Enrico Fermi, al quale è oggi dedicata la sala conferenze. Attualmente è divenuta sede museale con l’istituzione della Casa Museo Villa Monastero, che dispone di un percorso espositivo costituito da quattordici sale interamente visitabili e aperte al pubblico.

Dove mangiare

Stone House

Gelateria Riva

Scoprili tutti

Dove dormire

Hotel Royal Victoria

Campeggio Madonna del Ghisallo

Villa Breakwater

Scoprili tutti

Attività commerciali e servizi

La Flaca Boat

Jungle Raider Park

Bellagio Sailing

Scoprili tutti

Cosa vedere

I principali borghi del centro lago

Scoprili tutti

TOUR

I nostri tour

Offriamo una serie di tour giornalieri alla scoperta dei tesori storico-artistici, culturali, paesaggistici ed enogastronomici della nostra terra.

Loading...
illustrazione-lake-tourism-serravalle
lake-como-tourism-tour-un-giorno-bellagio-banner
illustrazione-lake-tourism-tra-lago-e-vigneti
illustrazione-lake-tourism-enogastronomico-lecco-como
lake-como-tourism-tour-di-venezia-banner
illustrazione-lake-tourism-le-ville-piu-belle
illustrazione-lake-tourism-trenino-rosso-del-bernina
lake-como-tourism-tour-in-bici-banner
lake-como-tourism-tour-centro-lago-2
lake-como-tourism-tour-tra-barche-e-sapori-banner

Dove mangiare

Dove dormire

Attività e servizi

Cosa vedere

Contatti